Vesti la Musica... in abito da sera

© VESTI LA MUSICA... in abito da sera
il primo e unico Concorso nazionale di moda "musicale"

mercoledì 29 giugno 2016

I progetti creativi degli stilisti vincitori

Ecco l'Atelier du Cirque dei quattro stilisti vincitori, per il 5° Concorso nazionale di moda musicale Vesti la Musica... in abito da sera 2016

1° PREMIO: FRANCESCO UGOLI di Verona
Progetto: SOPRA I VOSTRI OCCHI - Canzone: “In equilibrio” di Attilio Fontana - Modella: Elisa Turati
L’abito in crepe de chine nero, disegnato e realizzato da Francesco Ugoli, nasconde le forme con eleganza, si presenta accollato e dalla linea svasata (con il fondo appesantito da piombini). La modella che lo indossa, girando su se stessa, conferisce al vestito la forma tipica del tendone del circo. Ma non è un circo qualsiasi: è uno spettacolo viaggiante, sempre in movimento… sul fondo infatti sono applicati, ricamati e dipinti i vagoni di un circo, animali e artisti in fila, in un’eterna girandola di colori.
Quest’abito nero ricorda il buio che avvolge il circo quando si esibisce, illuminata, l'equilibrista.  Portato con una cinturina, la figurina ricamata dell’equilibrista sembra camminare su un filo, senza il quale la medesima figura rimane sospesa nel vuoto, distaccata dal mondo e lontana dalle difficoltà del circo stesso, sospesa nell'eterno sogno umano di poter volare. “Vivo sopra un battito di mani. Dove mi porterà la vita. Prometti e poi dimentica…”. Come nella canzone, l’abito si apre e gira, e ricorda, poi si richiude e cala l’oscurità dell’oblio.

2° PREMIO: BEATRICE PEDRON di Lonate Ceppino, Varese
Progetto: LA MASCHERA DEL PAGLIACCIO - Canzone: “Il pagliaccio” di Cesare Cremonini - canta Mattia Chinca - Modella: Jessica Strinasacchi
“Il Clown o pagliaccio è quell’individuo che ha il compito di far divertire gli spettatori, soprattutto negli spettacoli circensi”. Ispirato dalla canzone “Il Pagliaccio” di Cremonini, l’abito di Beatrice è un capo elegante, realizzato con tessuti sostenibili, tinti con colori naturali. Un esempio di tessuto sostenibile si trova all’interno del collo che, per restare rigido, in sostituzione della tela adesiva dove vengono solitamente usati dei misti di colla, sfrutta un tessuto riciclato dal legno che permette comunque di ottenere una buona rigidità. Potete notare elementi chiave che rispecchiano il personaggio del Clown. È stato inoltre approfondito un aspetto chiave della canzone: le “Maschere” che ogni individuo indossa nell’arco della sua vita, per affrontare persone o situazioni diverse. Ecco, da qui deriva la seconda particolarità dell’abito: per difesa, per timore o diffidenza, esteriormente a volte si tende a dimostrare una sensibilità diverse dai sentimenti che in realtà ci attraversano il cuore. Trasformandosi, l’abito rappresenta ciò che nessuno dovrebbe fare: fermarsi alle apparenze. Perché il più delle volte, nulla è come sembra!

3° PREMIO: CRISTINA GIRELLI di Castel Goffredo (Mn)
Progetto: ETHEREAL FEELING  - Canzone: “Conquest Of Paradise - Vangelis” - Sfila: Daniela Girelli
“Ethereal Feeling” è la trasformazione dell’abito elegante da sera in abito per lo spettacolo, alchimia tra la canzone ispiratrice “Conquest of Paradise” dei Vangelis e la magia dell’arte circense.
Grazie all’escamotage della “gonna sipario”, un’eterea nuvola di tessuto libera la danza dell’artista e incanta lo spettatore. Abito composto da corpetto in raso di seta color avorio con dettaglio floreale in macramé e gonna in viscosa leggera e trasparente con stampa in fantasia, che lascia intravedere e poi “scopre” la coulotte verde fluo. Effetto shock, spettacolo puro. Abito versatile: perfetto per una acrobata, ballerina o artista del circo.

PREMIO CRITICA: CATERINA RACCICHINI di Sant’Elpidio a mare (Fermo)
Progetto: FANTASIA - Canzone: “Alegría” del Cirque du soleil - Modella:  Stefania Bontempi
L’abito di Caterina Raccichini è ispirato allo stile del “Cirque du Soleil”, in particolar modo allo spettacolo “Alegria”, un’espressione spagnola che significa gioia e giubilo. È una produzione che evoca i tempi in cui l’elemento fantastico e magico erano parte integrale della vita quotidiana delle persone. La stilista propone un abito pieno di contrasti nei colori e nelle linee. È un capo lungo, non molto ampio, realizzato con una scollatura a cuore in una seta piena di colori vivaci. La parte fantastica è rappresentata da elementi come il collo pieno di volant e la gonna ampissima, che richiama il “Vecchio Ordine” del Cirque du Soleil. 


lunedì 27 giugno 2016

Il circo in passerella, vince l'abito da sera "Sopra i vostri occhi"


Sul podio della quinta edizione di “Vesti la Musica… in abito da sera2016, sfilata finale del concorso nazionale di moda “musicale” organizzato dal Progetto Noi Musica in collaborazione con i Cuori Ben Nati di Rivoltella sul Garda (Desenzano), sono saliti quattro giovani stilisti con la loro creatività e i loro abiti ispirati ad altrettante canzoni moda a tema circense, accompagnati dalle voci di alcuni cantanti emergenti.
La vittoria va a Verona con Francesco Ugoli e il suo abito dedicato all’equilibrista, “Sopra i vostri occhi”, abbinato alla canzone “In equilibrio” di Ilaria Porceddu, cantata per l’occasione dalla giovane Margherita Basile. 
Secondo premio per Beatrice Pedron di Lonate Ceppino (Va) con “La maschera del pagliaccio” ispirato alla canzone “Il pagliaccio” di Cesare Cremonini per la voce di Mattia Chinca. 
Terzo classificato l’abito di Cristina Girelli di Castel Goffredo (Mn) con la creazione “Ethereal Feeling” accompagnata dal brano “Conquest of Paradise” di Vangelis. 
Infine, premio della critica per l’abito “Fantasia” realizzato da Caterina Raccichini di Sant’Elpidio a mare (Fm) sulle note di “Alegrìa” del Cirque du Soleil.
Lo spettacolo di domenica 19 giugno, rinviato da sabato 18 a causa del maltempo e patrocinato dal Comune di Desenzano, ha ricreato per il pubblico l’atmosfera magica e sognante dell’Atelier du Cirque, con le opere d’arte e di moda di nove stilisti emergenti, giunti da varie parti d’Italia, tutti tra i 18 e i 40 anni.
Abbinata come sempre a un progetto benefico al femminile, la serata ha dato spazio all’attività dell’Associazione Gratitudine di Desenzano del Garda attiva con progetti di accoglienza per donne con o senza figli, vittime di violenza o in situazioni di disagio socio-economico e nell’affido leggero di minori con famiglie in difficoltà. Al centro della serata “in rosa” anche la recente campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, avviata dal Comune di Desenzano la scorsa settimana: Uso le mani solo per regalarle un fiore.
I giovani stilisti che si sono esibiti con i loro abiti da sera “musicali” sono: 
Giovanni Durosini e Davide Regonaschi di Carpenedolo e Isorella, Debora Gamberini di Ferrara, Cristina Girelli di Castel Goffredo (Mn), Jillian Gregory di Fiumicello (Ud), Martina La Mantia di Napoli, Jessica Pierasco di Pescantina (Vr), Beatrice Pedron di Lonate Ceppino (Va), Caterina Raccichini di Sant’Elpidio a Mare (Fm) e Francesco Ugoli di Verona.
Abito vincitore Vesti la Musica 2016, dello stilista Francesco Ugoli
Francesca Gardenato e Stefania Sartori (Madame Rebecca), ideatrici della manifestazione per Noi Musica, ringraziano la giuria di esperti, i collaboratori e gli sponsor che hanno contribuito alla riuscita dell’evento e la Parrocchia di Rivoltella che ha ospitato la serata finale. Appuntamento alla prossima edizione!

[Fotografie di Marco Magri e Sandro Begali]

sabato 28 maggio 2016

Vesti la Musica... verso la finale!

Ci prepariamo al gran finale della quinta edizione di Vesti la Musica... in abito da sera 2016 con qualche sorpresa per il nostro pubblico e un nuovo progetto di solidarietà: quest'anno saremo a fianco dell'Associazione Gratitudine di Desenzano del Garda!

Vi aspettiamo in piazza Deodara a Desenzano del Garda (Rivoltella) sabato 18 giugno dalle 21.15, per una serata di moda, musica e solidarietà a ingresso libero.





mercoledì 25 novembre 2015

Vesti la Musica... quinta edizione! Iscrizioni aperte e una nuova ispirazione

Sono aperte le iscrizioni al 5° Concorso nazionale di moda musicale “Vesti la Musica… in abito da sera” per giovani stilisti, sarte/i, designer e appassionati di moda, talenti emergenti da tutta Italia!
L'OBIETTIVO è dare spazio alla creatività e all’eleganza, portando sulle rive del lago di Garda nuovi talenti nel campo della moda, che si uniranno alle voci del progetto Noi Musica. In un evento fashion d’inizio estate (in programma per metà giugno 2016) i finalisti saranno invitati a essere protagonisti di una suggestiva sfilata che incoronerà il vincitore.
Se il numero di partecipanti e la qualità dei progetti saranno elevati, l’organizzazione potrà valutare di realizzare una semifinale. 
Come nelle altre edizioni, coperti i costi di organizzazione, la manifestazione mantiene la tradizionale finalità benefica: il ricavato dell’evento andrà a sostegno di un’associazione gardesana e di un progetto benefico, sempre al femminile.
IL TEMA: 
L’ATELIER DU CIRQUE 
Moda, parole e musica 
liberamente ispirate all’arte circense
Gli stilisti potranno creare i loro abiti ispirandosi al circo e alle canzoni che lo raccontano e ne descrivono i personaggi, portando colori, fantasia, arte ed eleganza in passerella. Come sempre, l’abito ideato dovrà essere abbinato a una canzone, a scelta del concorrente, che sarà eseguita nella serata finale per accompagnare il capo durante la sfilata.

SCADENZA ISCRIZIONI: 19 aprile 2016

Qui sotto trovate il regolamento e il modulo di iscrizione:
Seguiteci anche su Facebook: Vesti la Musica in abito da sera

martedì 16 giugno 2015

Presentazione dei dieci abiti finalisti per Vesti la Musica... 2015

Il tema della IV edizione di Vesti la Musica... – “Naturalmente Donna” –  racchiude una doppia indicazione:

# gli stilisti emergenti tra i 18 e i 40 anni erano invitati a ideare e abbinare il proprio abito da sera a una canzone che raccontasse la donna e la sua naturale bellezza e femminilità.

# Privilegiando l’uso di materiali e tessuti naturali, eco e bio. Anche con materiali riciclati, per una MODA ECO-SOSTENIBILE (premio speciale 2015)

LA FARFALLA di Micaela Coscia > “Your Song” di Elton John
Modella: Elisa Turati 
L’abito: è dedicato a tutte le donne e alla loro naturale bellezza, proprio come quella della farfalla, creatura delicata, leggera, magnifica, come la donna. Canta Elton John in “Your Song”, brano a cui la stilista s’ispira: “la vita è meravigliosa… e finché al mondo ci sarà la donna sarà tutto perfetto lei”.
I tessuti sono 100% cotone per l’abito e per i dettagli jersey laccato.
(2° classificato 2015)

NATURALE ARMONIA di Loredana Noto > “A modo tuo” di Elisa
Modella: Jessica Turci 
L’abito: ispirato alla canzone “A modo tuo di Elisa”, che racconta l’amore, la complicità e le piccole ansie di una mamma per il futuro della sua giovane figlia, in un eterno equilibrio tra le condizioni di donna e madre. Una considerazione che dà vita a un abito semplice, elegante, realizzato con materiali naturali. Realizzato in batista di cotone, il corpetto e parte della gonna sono lavorate ad uncinetto e le spalline in perle di legno. Il recupero di tutto ciò, che è naturale e in armonia con l’ambiente rappresenta l’ideale auspicio di un futuro migliore, come quello che ogni madre sogna per la propria creatura…


SUPER DONNA di Emanuela Florio e Francesca Ogheri > “Superwoman” di Alicia Keys

Modella: Alessandra Tabagllio  
L’abito: “Super donna” nasce da una fusione delle idee di Emanuela e Francesca. Da un lato c’è la donna anni ‘40 con outfit basati sulle divise militari maschili, quindi un carattere forte, indipendente e capace di ridisegnare la propria femminilità. Dall’altro c’è la donna moderna che ha voglia di emergere, giocando con le trasparenze e i tagli briosi, auto-ironica e nel contempo sensuale.
Tessuti utilizzati: voile per le trasparenze, misto seta per la realizzazione del tubino e il legno per l’applicazione dei bottoni.
La canzone scelta è “Superwoman” di Alicia Keys dedicata a tutte le Super donne del pianeta: donne forti, fragili, mamme o donne in carriera, casalinghe, artiste, donne sole che hanno la forza di amare e di portare pesi enormi sulle spalle; femmine capaci di donare tutte se stesse anche “dopo una lunga giornata al ritorno a casa” (come dice il testo).


I AM… JADE di Samanta Russo >  “Sorella Terra” di Laura Pausini
Modella: Alice Soncina 

L’abito: Stile simil-pizzo, elegante e vezzoso, da intrecciare con materiali naturali riconducibili al riciclo. Questo abito dà spazio al candore del puro cotone, elegantemente accostato. La stilista ha legato, formando ideali fiori, cerchietti ritagliati finemente da bicchierini di plastica, unendoli per creare un abito lungo ed elegante. Per dare volume e contrasto, sono stati usati dei nastri di vecchie videocassette. Così, srotola e srotola, fantasia e colla, ecco prender vita l’Eco Bouclé, collo adornato e profonda scollatura sulla schiena. Lo strascico è dello stesso materiale e l’abito, in materiale eco e riciclato, è perfetto per un look etico & naturale, molto raffinato.
Il brano abbinato è “Sorella Terra”, del 2008, in cui Laura Pausini celebra la bellezza del nostro pianeta ricordando l’incuria dell’uomo verso le sue innumerevoli risorse, recita: “guardarti a volte che male fa / ferita a morte dall’inciviltà”. (Premio Moda Ecosostenibile 2015)


PRECIOUS NATURAL BEAUTY  di Elisa Pecenco > “Diamonds” di Rihanna
Sfila la stilista: Elisa Pecenco
L’abito: la stilista osserva che ai giorni nostri molti tendono a nascondere la propria fragilità interiore dietro a mille maschere che la società ci impone tramite i canoni di bellezza. Ci costruiamo una corazza per difenderci dagli attacchi  e dai pregiudizi che le persone hanno nei nostri confronti, e allo stesso tempo per combattere contro l’acerrimo nemico di ogni essere vivente: il tempo che passa.
Questo vestito è un invito, rivolto in particolare alla donna, a smetterla di camuffare la propria personalità e a essere noi stesse, mostrando la nostra naturale bellezza.
Tuta in cotone elasticizzato aderente con sapienti tagli verticali che slanciano la figura, con grintose cuciture a vista. Sopragonna rimovibile, che riprende la forma di una grande conchiglia, trattenuta da una cintura sui fianchi.
Realizzata con juta color salmone sulla parte esterna, internamente è rifinita da un delicato satin sablè madreperlato. La rigidità della gonna è dovuta all'utilizzo di crinella di nylon e astine di bambù.
Il girocollo è guarnito da un collier rigido impreziosito da due conchiglie a effetto spalline. I tessuti delle spalline sono gli stessi utilizzati per la sopragonna. E la cintura è chiusa da un gancio a incastro.
Il dorso presenta una profonda scollatura a "V", che termina all’incirca sulla vita, ornata da un ramage di coralli color avorio nella parte alta della zona lombare, mentre nella parte bassa è impreziosita da una decorazione di cristalli.
La canzone scelta, “Diamonds” di Rihanna è incentrata sulla ripetizione di due frasi: “Noi brilliamo come diamanti, siamo belli come diamanti”, una bellezza luminosa e tutta da svelare…

 
E NELL’ARIA di Nicole Albarello  > “Aria” di Gianna Nannini
Modella e cantante: Elisa Belleri
L’abito: il titolo è “E NELL’ARIA” e rievoca quel clima di sogni e fiabe narrati dalla canzone di Gianna Nannini “Aria”, unendo alla natura del materiale – rasatello di cotone 100% filato naturale – la femminilità di un corpetto lavorato in tagli che dalla vita avvolgono il corpo della modella come un soave abbraccio dell’aria. Un invito sognare e ritrovare serenità e forza nel cammino della vita. (3° classificato 2015)


DONNA NATURA di Jessica Pierasco > “Donna ti voglio cantare” di Angelo Branduardi
Modella: Anna Bistaffa 
L’abito: rappresenta la canzone di Angelo Branduardi “Donna ti voglio cantare” e il titolo del progetto è “Donna Natura”. Branduardi parla della donna esaltando la sua naturalezza, purezza e bellezza, paragonandola agli elementi della natura come: sabbia, roccia, acqua, nebbia, aria, terra, luce, fiamma, erba... Da qui la scelta di tessuti naturali: il corpetto, lavorato ai ferri in filato di cotone sfumato, e la seta sfumata per la gonna; i colori sono: verde, blu e bianco.
La canzone narra anche di una donna che cambia, e dice “donna a volte sei…”,  una donna versatile, che può fare tante cose, e cambiare negli anni… La donna è indipendente, libera, saggia, pari all’uomo.


ANIMA DI SETA di Cristina Girelli >  “Donna con te” di Anna Oxa
Sfila la stilista: Cristina Girelli 
L’abito: il progetto di Cristina è legato alla scelta di creare un abito da sera nella fibra naturale più preziosa per eccellenza, la seta, abbinata al brano musicale “Donna con te” reso celebre da Anna Oxa. Qui si parla di “Donna che ritrova la sua femminilità”, espressione del disegno astratto/naturale sul davanti dell’abito, in contrapposizione al motivo animalier sul dietro; ma anche una “Donna che sa stupire con la sua semplicità”, da interpretare nella linearità del taglio sartoriale.
Per concludere “Donna io con te sarò” è essenzialmente tradotto nel titolo “Anima di seta” che racchiude il più profondo e delicato significato dell’Essere Donna.


LA FEMME (la donna) di Rocco Fusillo > Brano Champions (di Jonathan B. Buchanan)
Modella: Silvia Zanni 
L’abito: fa parte di una sua collezione chiamata Dea, che esalta la bellezza della  donna, la forza e l'eleganza accompagnata da una musica che richiama, attraverso l’uso dei violini, un tempo celeste ed etereo. 
L'abito è un modello in stile impero che abbraccia  le forme ed esalta la bellezza di chi lo indossa attraverso  uno scollo a cuore  uno spacco laterale e un effetto stringato sul retro; particolari che servono a dare importanza  e a far sentire unica colei che lo indossa.
Lo stilista ha usato un tessuto  ruvido con un inserto in raso, arricchito  da filati di Swaroski che servono a dare luce e importanza al capo, la vera particolarità è la stola ad effetto manica, realizzata in voile con un bracciale gioiello che richiama l’abito.


 AVE MARIA di Giovanni Durosini e G. Regonaschi > “Ave Maria” di Schubert
Modella: Laura Baldo 

L’abito: prende ispirazione dalle note dell’Ave Maria di Schubert. I tessuti impiegati sono il raso e lo chiffon di seta, entrambi blu notte. Il corpino davanti è diviso in due parti: quella inferiore, in raso, ha una scollatura dritta, mentre quella superiore, in chiffon, copre le spalle e continua sul dietro riempiendo uno scollo a V. Tale scollo va a incorniciare un’immagine, disegnata da strass cuciti a mano, della Madonna con bambino, espressione di fecondità. Il ritratto è impreziosito da una cornice di roselline, simbolo di purezza, che dal punto vita nascono e si diffondono per tutta la gonna. L’immagine della Vergine è il fulcro dell’abito: da lì convergono o si diramano i fiori. È il simbolo della madre di tutte le madri, origine e approdo. La gonna, infine, con il doppio strato di chiffon, dona leggerezza e grazia. Questo abito vuole essere un connubio di eleganza, semplicità, purezza e fecondità, caratteristiche proprie di ogni donna. Che in quest’opera trova la sua più alta e naturale espressione nella figura della Vergine. (Premio della Critica 2015)

Fotografie di Diego Giardinetto e Andrea Morgillo

mercoledì 20 maggio 2015

Naturalmente Donna... Dieci stilisti per la finale 2015

Apertura dell'estate in grande stile!
Ecco i nomi dei dieci stilisti e dei progetti creativi ammessi alla serata finale del 4° Concorso nazionale di moda "musicale" Vesti la Musica... in abito da sera (edizione 2015). Dalle ore 21.00, sabato 13 giugno, li vedremo sfilare sul tappeto rosso di piazza Deodara a Desenzano del Garda (Rivoltella), protagonisti di una serata di moda, musica e solidarietà al femminile, sulle meravigliose rive del lago di Garda! Naturalmente Donna, tema del concorso 2015, sarà il fil rouge dello spettacolo finale.

La manifestazione è a ingresso libero, con possibilità di cena dalle 19.00 grazie agli stand gastronomici allestiti dai volontari del gruppo Cuori Ben Nati, nella via centrale di fronte alla piazza, per l'evento enogastronomico collaterale "Risoltella". Tutto l'evento sarà trasmesso in diretta da Radio Noi Musica.


FINALISTI
Provenienza
Titolo abito
Samanta Russo
Foggia
Fashion & Recycled Outfit
Loredana Noto

Ravenna
Naturale armonia
Nicole Albarello

Albaredo d’Adige, VR
E nell’aria
Micaela Coscia
Sant’Agata Bolognese, BO
La Farfalla
Jessica Pierasco

Pescantina, VR
Donna Natura
Giovanni Durosini e Giovanni Regonaschi
Carpenedolo e Desenzano
Ave Maria
Elisa Pecenco
Trieste
Precious Natural Beauty
Rocco Fusillo
Cerignola, FG
La femme (la donna)
Emanuela Florio e Francesca Ogheri

Verona
La forza interiore
Loredana Consoli 

Brescia
Beautiful


domenica 26 aprile 2015

Iscrizioni chiuse, presto i nomi dei finalisti!

Sono ufficialmente chiuse le iscrizioni al 4° Concorso nazionale di moda “musicale” Vesti la Musica… in abito da sera 2015, quest’anno ispirato al tema “Naturalmente Donna”.


In attesa delle consultazioni della commissione tecnica, l’organizzazione ringrazia tutti i partecipanti per l’entusiasmo e la professionalità messi in campo in questa nuova “sfida creativa”. 
In bocca al lupo a tutti gli stilisti! 
In attesa di sapere chi saranno i finalisti 2015, ricordiamo a tutti gli amici e a chi ci sostiene che la sfilata finale sarà sabato 13 giugno a Desenzano del Garda, in piazza Deodara, a ingresso libero e in diretta su Radio Noi Musica.
Continuate a seguirci... Presto ulteriori notizie su questi schermi J